Uscire dall'euro?

Un lungo intervento di un economista, Claudio Borghi, che mette ordine su alcuni concetti di base relativi all'unione monetaria e all'eventuale uscita dall'euro. ==> APRI

L'intervento non mi trova molto d'accordo su tre punti:

1) La sottovalutazione dell'effetto inflazionistico che si avrebbe dopo un'uscita unilaterale dall'euro

2) Il far ricadere sulla stupiditÓ gli errori madornali nella gestione iniziale della crisi greca. Pi¨ che stupiditÓ secondo me Ŕ stata la combinazione di un forte egoismo nazionalista di molti paesi dell'euro, con le basi culturali liberiste degli economisti europei (queste si con punte di vera e propria stupiditÓ e mi sembra strano che Borghi si definisca liberista)

3) Il netto pessimismo sulla possibilitÓ di una gestione diversa dell'Europa e della crisi. Se in Germania vincono i socialisti e in Italia vince una sinistra che si liberi dell'ideologia liberista al proprio interno, le cose, secondo me, potrebbero cambiare.