Arbitrio del potere á[Umberto Eco]

... virt¨ dei sovrani Ŕ il loro arbitrio, il Potere Ŕ un mostro inappagabile, e occorreva servirlo come uno schiavo devoto, per potere approfittare di ogni briciola che cadesse da quella mensa, e trarne occasione di lenta e anfrattuosa ascesa, prima come sgherro, sicario o confidente, poi fingendosi gentiluomo.

Umberto Eco, L'isola del giorno prima